Il “tetto” delle Arenarie del Monte Falterona | Parco Nazionale Foreste Casentinesi

Tu sei qui

Il “tetto” delle Arenarie del Monte Falterona

 

A est del Poggio Prato Pagliaio, l’affioramento che per diverse decine di metri affianca la strada, mette in luce la fine delle arenarie del M.te Falterona. In corrispondenza della piazzola con la croce, una successione di strati arenacei con giacitura sub-verticale, passa gradualmente a rocce marnose, all’interno delle quali sono intercalati sottili strati di arenaria a granulometria fine che diventano sempre più rari verso l’alto. Questo passaggio, datato al Miocene inferiore, 20-21 milioni di anni fa, documenta un’importantissima fase di cambiamento nel bacino di sedimentazione e la fine dell’arrivo di sabbie trasportate dalle correnti di torbida. La rapida scomparsa degli strati torbiditici e il passaggio ad argille e marne, tipici sedimenti di ambienti meno profondi, possono indicare il riempimento del bacino o il sollevamento tettonico del fondale.

Foto non disponibile

INSTAGRAM