Gli Scalacci | Parco Nazionale Foreste Casentinesi

Tu sei qui

Gli Scalacci

Per la loro bellezza paesaggistica, gli Scalacci rappresentano uno dei più noti affioramenti della Marnoso-Arenacea. Lungo queste balze il carattere che maggiormente risalta è la ritmica e fitta alternanza di arenarie e marne dalla regolare geometria piana e parallela. Lungo gli Scalacci l’erosione ha agito esaltando l’alternanza dei due differenti tipi di rocce, creando una sovrapposizione di cornicioni sporgenti, in corrispondenza delle più dure arenarie, e sottili cenge rientranti, lungo i più teneri livelli marnosi. Osservando da vicino, si possono cogliere numerosi caratteri tipici delle torbiditi, come il graduale passaggio granulometrico tra la base arenacea e il tetto marnoso, le strutture sedimentarie all’interno degli strati arenacei (anch’esse messe in risalto dall’erosione) e la presenza controimpronte di fondo alla base. Una splendida panoramica su questi affioramenti si ha dalla SS 71, poco prima del Passo dei Mandrioli, da dove, guardando verso est, è possibile ammirare anche il profilo del M. Comero e il ripiano di Nasseto.

INSTAGRAM