Immagine: 

Il progetto “Il cane da guardiania nel Parco Nazionale Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna” nasce nel 2017 dall’esigenza di mitigare il conflitto con le attività zootecniche, dando un concreto contributo agli allevatori nella scelta ed utilizzo di idonei strumenti di prevenzione. Il cane da protezione rappresenta sicuramente uno dei metodi più efficaci per ridurre i danni da predazione e costituisce da sempre una pratica costante nelle realtà in cui l’allevamento convive con i grandi predatori. Dopo il ritorno del lupo molti allevatori, anche nei territori del Parco, hanno autonomamente sperimentato l’inserimento dei cani nelle greggi, ma molti si sono scontrati con notevoli difficoltà nell’addestramento o problemi di convivenza con i turisti. Per evitare che una diffusione “non controllata” dei cani da guardiania potesse creare nuovi problemi di carattere ecologico, sociale e gestionale è stato pertanto messo in atto un progetto per la corretta integrazione pastorale dei cani da difesa del gregge.

Il progetto prevede una serie di azioni concrete:

Mantenimento dei cani da guardiania

in collaborazione con la Fondazione Capellino

    

La Fondazione Capellino è un ente commerciale senza scopo di lucro con una sola finalità: la salvaguardia della biodiversità e la lotta al cambiamento climatico. Per raggiungere questo scopo, la Fondazione ha creato un modello economico denominato Reintegration economy, il quale prevede che il 100% dei ricavi di un'azienda (dopo i costi e le tasse) sia destinato al servizio del bene comune. La Fondazione Capellino lo sta già facendo attraverso l’azienda Almo Nature, 100% di sua proprietà. Almo Nature è stata gratuitamente donata alla Fondazione da Lorenzo e Pier Giovanni Capellino. Fondazione Capellino contribuisce al progetto fornendo le crocchette Almo Nature ai 26 cani da guardiania coinvolti nel progetto, garantendo loro un’alimentazione sana ed equilibrata. Dal 2017 ad oggi la Fondazione Capellino ha donato agli allevatori oltre 24.000 pasti per i cani da guardiania, che corrispondono a oltre 12.000 kg di mangime.

https://www.almonature.com/it/fondazione-capellino/

 

 

   

 

Assistenza tecnica, veterinaria ed affidamento
dei cani da guardiania

in collaborazione con l’Associazione Difesattiva

    

Difesattiva è un’associazione nata nell’ambito del progetto Life Medwolf, che si è concluso nel 2017. L’Associazione riunisce, ad oggi, allevatori che hanno deciso di dotarsi e di utilizzare correttamente gli strumenti di prevenzione, nell’ottica di una strategia antipredatoria il più efficace possibile a ridurre gli attacchi e/o i capi persi. Ha tre obiettivi principali: la difesa del bestiame, la condivisione di informazioni in merito al corretto utilizzo del cane da protezione e la promozione delle attività e dei prodotti delle aziende agricole associate. Il ruolo di difesAttiva in questo progetto è quello di dare l’assistenza tecnica e l’assistenza medico veterinaria di base (vaccinazioni, trattamenti per parassiti interni ed esterni) agli allevatori del parco che si sono dotati dei cani da protezione. 

 www.difesattiva.info   Facebook- instagram difesAttiva

 

Corretta informazione

L’Ente provvede a dare una corretta informazione ai fruitori del territorio circa la presenza di tali cani, delle loro caratteristiche etologiche e riguardo al comportamento da seguire in caso di incontro .Tale opera di informazione è sviluppata mediante:

depliants informativi diffusi presso i Centri Visita e le strutture ricettive del Parco Nazionale;

cartelli fissi posti all’inizio dei sentieri e mobili, in dotazione agli stessi allevatori, in prossimità delle aree di pascolo.