Immagine news: 

Lo stato della rete sentieristica (Aggiornato al 10 agosto 2018)

Gli eventi meteorici dello scorso inverno hanno causato una situazione difficile per alcuni sentieri del Parco

Gli eventi meteorici dello scorso inverno, caratterizzati da abbondanti nevicate seguite in alcuni casi da venti molto forti o piogge abbondanti, hanno determinato ingenti danni al patrimonio forestale del territorio del Parco con “schianti” di alberi, frane e smottamenti, causa di notevoli problemi alla percorribilità di molti sentieri escursionistici.

Negli ultimi mesi sono state avviate diverse azioni di ripulitura dei principali sentieri, nonostante ciò ancora sono presenti numerose problematiche, alcune delle quali non ostacolano la percorribilità ma la rendono soltanto più impegnativa, mentre in altri casi la precludono. Tale situazione riguarda anche aree molto frequentate del Parco sia nel versante romagnolo che in quello toscano.

Si segnalano alcuni sentieri particolarmente danneggiati e per i quali è interdetta la percorrenza:

235 Fonte Solforosa - Casone - Sent. 231

265 Valdonasso - Passo di Valdonasso

GEA Badia Prataglia - storca -Mandrioli

241 Cullacce - Passo della Calla

315 Cà Ridolla - Monte Arsiccio

Si segnalano inoltre alcuni sentieri che risultano percorribili ma presentano qualche difficoltà:

56 Corezzo - Poggio Magiovanna - P.so dei Mandrioli (sent. 00)

563 S.P. 86 - Lago di Ponte

565 A Sent. 565 - Sent. 553

289 Bivio 253 Poggio Palaio - Tre Faggi

301 Monte Forche - Passo Braccina - Fontanelle

305 Castel dell'Alpe - Forcone - Passo Tre Faggi

329 Anello del Sassello

421 Bocconi - Monte Mandria - sent. 401

423 Bocconi Bastia Strada Monte Gemelli

00 Passo Croce ai Mori - Colla di Castagno - Monte Falterona

00 Monte Falterona - Muraglione

L’Ente Parco sta affrontando la situazione e, per procedere ad un generale intervento di ripristino dei vari tracciati, sta proseguendo la campagna di monitoraggio dello stato dell’intera rete avvalendosi del Club Alpino Italiano, del Reparto Carabinieri Parco e delle segnalazioni pervenute dalle associazioni di volontariato locale e dai numerosi frequentatori della rete sentieristica del Parco. I lavori proseguiranno per tutto il periodo primaverile/estivo.

Si raccomanda comunque a tutti gli escursionisti di prestare attenzione nel percorrere i sentieri e di segnalare eventuali criticità riscontrate.