Immagine news: 

 nel Parco nazionale delle Foreste Casentinesi Monte Falterona e Campigna

Il Parco nazionale delle Foreste Casentinesi Monte Falterona e Campigna rende noto che sul territorio dell’Area Protetta vige il divieto di sorvolo ai sensi della previsione normativa di cui alla Legge 394/91.
Tale divieto è valido anche per gli apparecchi denominati “droni”, il cui utilizzo si sta diffondendo sempre più anche nel territorio del Parco.
Al momento – chiarisce l’Ente – l’unica Istituzione che è stata autorizzata all’utilizzo di droni è il Raggruppamento Carabinieri Parchi – Reparto Parco nazionale Foreste Casentinesi i quali impiegano questi apparecchi per fini di sorveglianza e divulgazione. Per poter “volare” sopra il territorio del Parco è infatti necessario richiedere apposito Nulla Osta che viene di norma rilasciato per scopi scientifici e/o di pubblica utilità.
L’utilizzo di tali apparecchiature infatti può comportare problematiche di vario tipo: dal disturbo della fauna selvatica (in particolare all’avifauna) al rischio di incidenti di vario tipo, sia da collisione che da caduta accidentale.
Si invitano pertanto tutti i possessori di droni al rispetto di questa previsione normativa che vieta l’utilizzo dei medesimi (ad esclusione di coloro che sono stati autorizzati) nel territorio dell’Area Protetta.
Anche l’eventuale diffusione di riprese aeree sulle piattaforme social e video, riconducibili in modo evidente al territorio del Parco, potrà essere oggetto di controllo e verifica di responsabilità.