Immagine news: 

Prosegue la collaborazione con il Soccorso Alpino per la sicurezza degli escursionisti nel Parco

Il progetto “Parco Sicuro”, nato oltre 10 anni fa, consiste in una convenzione tra Ente Parco e le due stazioni operanti nel territorio dell’area protetta: stazione Monte Falterona SAST (Toscana) e stazione Monte Falco SAER (Emilia Romagna), per una sinergica collaborazione al fine di rafforzare l’efficacia degli interventi di soccorso nel territorio del Parco.

Nell’ambito di tale convenzione il SAER, in collaborazione con l’Ente Parco, ha elaborato la “Segnaletica regionale - emergenze in montagna”, con l’obiettivo di dare un’informazione puntuale e precisa ai fruitori del nostro Appennino, ogni qualvolta si trovino in situazioni di difficoltà o pericolo, identificando il punto georeferenziato per l’invio di eventuali soccorsi.
Quando viene effettuata la chiamata di soccorso al 118, le informazioni date all’operatore di centrale, risultano spesso scarse ed imprecise, solitamente riportano la sola località di partenza, il numero del sentiero in cui si trova il malcapitato, o da cui ci si è allontanati smarrendosi e le relative condizioni sanitarie. Le notizie imprecise e la peculiare orografia del nostro territorio montano, portano come risultato ad una notevole dilatazione dei tempi di intervento con, a volte, risvolti anche drammatici nei casi dove esistano condizioni climatiche avverse o patologie tempo dipendenti.
Per sensibilizzare i fruitori del nostro Appennino alla giusta formulazione della richiesta di soccorso si è pensato di creare uno specifico modello di segnaletica, dedicata alle emergenze in montagna. Sono state prodotte delle tabelle specifiche da apporre in punti strategici della rete sentieristica esistente, quali: inizio dell'itinerario, incroci con altri percorsi o strade, punti panoramici, ecc. con georeferenziazione univoca delle stesse secondo codice. Ogni tabella riporta oltre al logo del CNSAS, il numero telefonico unico di contatto e anche il codice numerico univoco di identificazione, permettendo all'utente di dare poche ma fondamentali informazioni utili ad una rapida individuazione del punto di chiamata o, comunque, permettendo un avvicinamento a quella più vicina.
In questo periodo i volontari della Stazione Monte Falco del SAER stanno completando la messa in posa della segnaletica all’interno del versante romagnolo con l’obiettivo, in collaborazione con il SAST (Toscana), di procedere quanto prima alla copertura dell’intero territorio del Parco Nazionale.
Visto l’avvio della bella stagione con un prevedibile incremento delle attività sportive ed escursionistiche in Appennino, questo ulteriore strumento potrà contribuire ad un ulteriore miglioramento nelle performance di soccorso in ambiente montano.

Per maggiori informazioni leggi il comunicato integrale del SAER

Esempio di cartellino posizionato lungo la rete escursionistica del Parco.