Immagine news: 

Da rifugio a rifugio: itinerari per visitare il Parco in un fine settimana

I percorsi "Da rifugio a rifugio" sono pensati per offrire la possibilità di realizzare un’immersione di tre giorni all’interno di ambienti selvaggi e foreste millenarie, un’opportunità unica per scoprire la natura del Parco e le persone che vivono e lavorano con passione al suo interno e che sanno offrire il meglio dell’ospitalità rurale.

Quello che vi presentiamo è l’anello n° 1 che collega due importanti vallate a nord del Parco, quella dell’Acquacheta, dalla quale partirà il nostro viaggio e quella dell’Alto Tramazzo. L’itinerario, escursionistico, si presta particolarmente ad essere percorso in primavera, soprattutto per lo spettacolo che può riservare in questo periodo dell’anno la nota cascata dell’Acquacheta, citata da Dante nel XVI canto dell’Inferno, che con gli oltre 70 metri di salto nell’omonimo torrente, fa risuonare il rumore delle sue acque annunciando la sua presenza già in lontananza. L’incontro lungo il percorso con vecchi poderi e antichi mulini, testimonia la fervida attività dell’uomo in questi luoghi. Ad aumentare la suggestione segnaliamo la presenza a monte della cascata di un pianoro incantevole, la Piana dei Romiti, con ancora i ruderi di un borgo che all’epoca di Dante era un eremo benedettino. La primavera non esita a influenzare il paesaggio naturale e tutte le specie vegetali e animali che popolano l’ambiente fluviale che ci accompagnerà lungo tutto il tragitto, riservandoci la possibilità di fare numerose e curiose scoperte!

Superata la cascata e guadagnando quota arriveremo fino al primo punto tappa del nostro anello, l’Eremo dei Toschi o di Santa Maria. Lo splendido scenario storico-naturalistico in cui è inserito e la familiare ospitalità di Elisa e Paolo, ci offriranno un’esperienza straordinaria. La seconda giornata di cammino ci porterà attraverso ampie e suggestive vedute fino all’Alta Valle del Tramazzo, alla località Lago di Ponte dove si trova il Rifugio Casa Ponte, secondo punto tappa di questo anello. Collocato nel suggestivo scenario del Lago di Ponte, a monte di Tredozio sul torrente Tramazzo, ha sede in un’antica casa contadina e mantiene la semplicità e la genuinità dell’ospitalità rurale. Il Rifugio ha ripreso l’attività di accoglienza dopo un periodo di chiusura, con una nuova gestione, quella dell’Associazione TI.VA? di Tredozio (tel. 3922155096).

L’ultimo giorno non ci resterà che chiudere l’anello, tornando al punto di partenza, arricchiti di un'esperienza unica a contatto con la natura, la storia e l’ospitalità che solo uno straordinario territorio come quello del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi può offrirci.  

Per maggiori informazioni:

https://www.parcoforestecasentinesi.it//sites/default/files/anello%201_0.pdf

https://www.parcoforestecasentinesi.it/it/vivi-il-parco/sentieri-ed-escursioni/da-rifugio-a-rifugio

Per un viaggio virtuale vai su: https://www.relive.cc/view/1351867167