Immagine: 

In Italia sono più di 6500 i km di cammini naturalistici, religiosi, culturali e spirituali spesso poco conosciuti, che aspettano di essere percorsi per far apprezzare a sempre più persone le potenzialità del nostro territorio. Ad accrescere l’offerta escursionistica del Parco sono sorti negli ultimi anni alcuni percorsi a tappe che attraversano, talvolta solo marginalmente, l’area protetta.
In alcuni casi nascono da istanze religiose, in altro casi ci sono differenti motivazioni, storiche o culturali, alla base dei percorsi. Tutti sono comunque un’ulteriore opportunità di visita e conoscenza del territorio e, perché no, un’esperienza, così come ogni viaggio, da sempre metafora della condizione umana.

Tra questi ne ricordiamo alcuni:

VIA ROMEA DI STADE

Nell’ottica della riscoperta e della valorizzazione degli antichi percorsi si inserisce il cammino della Via Romea che da Stade, che dalla Germania raggiungeva Roma. Il percorso, testimoniato con molta precisione negli Annales Stadenses dal Monaco Alberto che lo percorse nel XIII secolo, attraversava il nostro territorio per poi proseguire verso Arezzo e poi verso Roma ed era una via molto frequentata soprattutto dai pellegrini dell’area tedesca.
Ancora oggi, dalla Germania, si passa per Innsbruck e si arriva nel nostro territorio provenendo da Ravenna, poi da Bagno di Romagna per il Passo Serra si raggiunge il Casentino, per proseguire verso Arezzo, solo le tappe italiane sono 46.
PARTENZA: Stade (Germania)
ARRIVO: Roma
LUNGHEZZA: circa 2220 km
TAPPE: 46 tappe in Italia
http://www.viaromeagermanica.com/

CAMMINO DI ASSISI

Questo percorso nasce per concatenare i tanti pellegrinaggi tradizionali che esistono da secoli in ambito locale, legati ad antiche  devozioni.  La città di Assisi all’interno di questo itinerario è elevata a "luogo di convergenza universale" per gli uomini e per le donne di buona volontà, trascendendo qualunque distinzione di cultura e fede religiosa. Una delle mete meta di maggior fascino all’interno del percorso è sicuramente il Santuario de La Verna. Il percorso attraversa, soprattutto nel primo tratto, i boschi tosco-romagnoli all’interno del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi. Sul percorso si trovano rifugi appositamente pensati per ospitare i viandanti.
PARTENZA:  Eremo di Montepaolo (Dovadola-FC)
ARRIVO: Assisi (PG)
LUNGHEZZA: Totale 300 Km
TAPPE: 13
http://www.camminodiassisi.it/

SAN VICINIO

Il percorso inizia e si conclude a Sarsina (FC), nella valle del Savio, e prende il nome dal santo taumaturgo patrono della cittadina romagnola. E’ nato nell’ambito delle celebrazioni per i Mille anni della Basilica Cattedrale di Sarsina e si snoda tra Romagna, Toscana e Marche, sugli antichi sentieri calcati da San Vicinio e dai pellegrini a lui devoti, su strade e mulattiere caratterizzate dalla presenza di piccole e grandi chiese, cellette e maestà votive. Lungo il percorso arte e fede si intrecciano non solo dal punto di vista storico, artistico e architettonico, ma anche attraverso quello più sentito della religione, delle tradizioni devozionali, del legame con l’ambiente circostante.
PARTENZA: Sarsina (FC)
ARRIVO: Santuario di San Vicinio, Sarsina
LUNGHEZZA: 320 Km
TAPPE: 14
http://www.camminodisanvicinio.it/

CAMMINO DI SANT’ANTONIO

Il Cammino di Sant'Antonio, con partenza alternativa dal Santuario di Padova, dai Santuari di Camposampiero o da Venezia,  intende ripercorrere alcune delle tappe tra le più significative della vita del Santo, accompagnandolo passo dopo passo nei luoghi che l’hanno visto protagonista e che sono stati toccati dal suo santo e carismatico passaggio. Attraversa trasversalmente il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi da Portico di Romagna, percorrendo la dorsale appenninica, fino al Santuario de La Verna.
PARTENZA: Santuario di Padova, dai Santuari di Camposampiero o da Venezia
ARRIVO: La Verna
LUNGHEZZA: Totale 408/431 Km
TAPPE: 21/23
http://www.ilcamminodisantantonio.it/ita/home.asp

CAMMINO DI DANTE

Il Cammino di Dante è un percorso organizzato che ripercorre le antiche strade e i sentieri medievali che collegavano, ai tempi del Poeta, la Romagna e la Toscana, Ravenna e Firenze, dove Dante visse e fu esule per motivi politici, e ove finì di scrivere la Commedia. Il percorso si sviluppa attraverso un anello di circa 380 Km congiungendo la Romagna e il Casentino attraversando più volte l’area protetta, per un totale di 20 tappe fisse, da percorrersi in senso antiorario. I due estremi del percorso, punti di partenza e arrivo, sono rappresentati dalla Tomba di Dante a Ravenna, e il Museo Casa di Dante a Firenze.
PARTENZA: Ravenna o Firenze
ARRIVO: percorso ad anello
LUNGHEZZA: circa 380 km
TAPPE: 20
http://www.camminodante.com/